Voltura

Quali dati sono necessari per richiedere una voltura Energia Elettrica e/o Gas?

Per chiedere una Voltura è necessario fornire:

  • Cognome, Nome, codice fiscale, recapiti telefonici e mail del nuovo intestatario nel caso di persona fisica oppure ragione o denominazione sociale, codice fiscale e/o partita IVA in caso di persona giuridica.

  • POD/PDR reperibili nella sezione dedicata ai DATI FORNITURA sulla bolletta del precedente intestatario della fornitura di energia elettrica o Gas o direttamente sul contatore se elettronico.

  • Titolo abitativo - per i contratti uso domestico - che attesti la proprietà o il regolare possesso dell'immobile per il quale si richiede la fornitura di Energia Elettrica o Gas, in base a quanto stabilito dall'art. 5 del Decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47 (Lotta all'occupazione abusiva di immobili. Salvaguardia degli effetti di disposizioni in materia di contratti di locazione), convertito in Legge 80/14 (Piano Casa).

  • Indirizzo di recapito (Provincia, Comune, Località, Via e numero civico) dove inviare le bollette, se diverso da quello dell'abitazione/locale da allacciare.

NB. In caso di Volturante Persona Giuridica è necessario che venga indicato:

  • Codice SDI o il Codice Univoco Ufficio (Ente Pubblico), indispensabile per adempiere all'obbligo di emettere bolletta elettronica;

  • Uso della fornitura;

  • Coordinate del conto corrente bancario/postale - facoltative - (nominativo e codice fiscale dell'intestatario e del sottoscrittore del conto e codice IBAN)

Eventuali allegati obbligatori per il buon esito della pratica saranno indicati in calce alla modulistica.

La modulistica può essere richiesta tramite:

Cosa sono POD e PDR?

Codice POD (Point Of Delivery): identifica in modo certo il punto di prelievo, ovvero il punto fisico dove l’energia viene consegnata dal venditore e prelevata dal Cliente finale. Non viene modificato se cambiamo fornitore.

Codice PDR (Punto di Riconsegna) : identifica il punto di riconsegna, ovvero il punto fisico in cui il Gas naturale viene consegnato dal venditore e prelevato dal Cliente finale e non viene modificato se cambiamo fornitore.

Quali sono le tempistiche necessarie per volturare un'utenza di Energia Elettrica o Gas?

I tempi di espletamento della Voltura sono stabiliti dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA). La pratica viene inoltrata al Distributore entro 2 giorni dalla ricezione della documentazione completa prevista ed evasa dal Distributore, in caso di ammissibilità, entro i termini previsti dalla ARERA (5 giorni lavorativi), salvo impedimenti tecnici.

La richiesta di Voltura viene inviata al Distributore territorialmente competente solo dopo aver ricevuto i moduli correttamente compilati.

 

Subentro

Cos'è il Subentro?

Il Subentro è la richiesta di attivazione di una fornitura di gas o Energia Elettrica disattivata.
Non va confuso con la voltura, che è la variazione dell’intestazione del contratto di una fornitura ancora attiva, di Energia Elettrica o gas.

Quali dati sono necessari per richiedere un Subentro Energia Elettrica e/o Gas?

Per chiedere un Subentro è necessario fornire:

  • Cognome, Nome, codice fiscale, recapiti telefonici e mail del nuovo intestatario nel caso di persona fisica, oppure ragione o denominazione sociale, codice fiscale e/o partita IVA in caso di persona giuridica.

  • POD/PDR reperibili nella sezione dedicata ai DATI FORNITURA sulla bolletta del precedente intestatario della fornitura di energia elettrica o Gas o direttamente sul contatore se elettronico.

  • Titolo abitativo - per i contratti uso domestico - che attesti la proprietà o il regolare possesso dell'immobile per il quale si richiede la fornitura di Energia Elettrica o Gas, in base a quanto stabilito dall'art. 5 del Decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47 (Lotta all'occupazione abusiva di immobili. Salvaguardia degli effetti di disposizioni in materia di contratti di locazione), convertito in Legge 80/14 (Piano Casa).

  • Indirizzo di recapito (Provincia, Comune, Località, Via e numero civico) dove inviare le bollette, se diverso da quello dell'abitazione/locale da allacciare.

NB. In caso di Subentrante Persona Giuridica è necessario:

  • Codice SDI o il Codice Univoco Ufficio (Ente Pubblico), indispensabile per adempiere all'obbligo di emettere bolletta elettronica;

  • uso della fornitura;

  • potenza e tensione per la fornitura elettrica e Potenzialità massima richiesta (KW) e Potenzialità massima installata (dati eventualmente da richiedere al proprio idraulico);ù

  • coordinate del conto corrente bancario/postale - facoltative - (nominativo e codice fiscale dell'intestatario e del sottoscrittore del conto e codice IBAN).

È possibile procedere a Subentro e contestuale modifica della Potenza e/o Tensione del contatore elettrico?

È possibile procedere contestualmente a Subentro e modifica potenza e/o tensione del contatore elettrico. Possono essere richieste modifiche di 0,5 kW per le potenze fino 6 kW (Es. 0.5 -1.5- 2.0 -3.5-etc.) o modifiche di 1 kW per le potenze da 6 a 10 kW (Es. 7-8-9-10).
È comunque possibile richiedere la modifica della potenza anche in una fase successiva al Subentro.

Quali sono le tempistiche necessarie per attivare un'utenza di Energia Elettrica o Gas?

I tempi di espletamento del Subentro sono stabiliti dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA). La pratica viene inoltrata al Distributore entro 2 giorni dalla ricezione della documentazione completa prevista ed evasa dal Distributore, in caso di ammissibilità, entro i termini previsti dalla ARERA, salvo impedimenti tecnici:

  • 5 giorni lavorativi dalla nostra richiesta al Distributore per le forniture di Energia Elettrica;

  • 10 giorni lavorativi dalla nostra richiesta al Distributore per le forniture Gas.

La richiesta di Subentro viene inviata al Distributore territorialmente competente solo dopo aver ricevuto i moduli correttamente compilati.

 

Modifica del Contratto

Come posso richiedere una variazione del contatore Energia Elettrica e/Gas?

La modulistica può essere scaricata dall'apposita sezione presente sul portale o richiesta tramite:

 

Prima attivazione Luce

Cosa si intende per prima attivazione del contatore Energia Elettrica?

Con prima attivazione energia elettrica si intende il procedimento che si avvia al fine di attivare un contatore mai utilizzato prima Es. contatore posato e mai attivato presso nuova abitazione.

Quali dati sono necessari per richiedere la prima attivazione del contatore Energia Elettrica?

Per procedere con la Prima attivazione Energia Elettrica è necessario fornire:

  • Cognome, Nome, codice fiscale, recapiti telefonici e mail del nuovo intestatario nel caso di persona fisica, oppure ragione o denominazione sociale, codice fiscale e/o partita IVA in caso di persona giuridica;

  • POD, dati reperibili nella sezione dedicata ai DATI FORNITURA sulla bolletta del precedente intestatario della fornitura di energia elettrica o Gas o direttamente sul contatore se elettronico.

  • Titolo abitativo - per i contratti uso domestico - che attesti la proprietà o il regolare possesso dell'immobile per il quale si richiede la fornitura di Energia Elettrica, in base a quanto stabilito dall'art. 5 del Decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47 (Lotta all'occupazione abusiva di immobili. Salvaguardia degli effetti di disposizioni in materia di contratti di locazione), convertito in Legge 80/14 (Piano Casa);

  • indirizzo di recapito (Provincia, Comune, Località, Via e numero civico) dove inviare le bollette, se diverso da quello dell'abitazione/locale da allacciare;

  • uso della fornitura;

  • potenza e tensione per la fornitura elettrica;

  • coordinate del conto corrente bancario/postale - facoltative - (nominativo e codice fiscale dell'intestatario e del sottoscrittore del conto e codice IBAN);

  • recapito telefonico e indirizzo mail attivi;

  • IBAN per eventuale domiciliazione bancaria dei pagamenti.

NB. In caso di prima attivazione richiesta da Persona Giuridica è necessario che venga indicato il Codice SDI o il Codice Univoco Ufficio (Ente Pubblico), indispensabile per adempiere all'obbligo di emettere bolletta elettronica.

Eventuali allegati obbligatori per il buon esito della pratica saranno indicati in calce alla modulistica.

La modulistica può essere scaricata dall'apposita sezione presente sul portale o richiesta tramite:

Quali sono le tempistiche per la prima attivazione?

Le tempistiche per la prima attivazione del contatore energia elettrica sono stabiliti dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA). La pratica viene inoltrata al Distributore entro 2 giorni dalla ricezione della documentazione completa prevista ed evasa dal Distributore, in caso di ammissibilità, entro i termini previsti dalla ARERA (5 giorni lavorativi), salvo impedimenti tecnici.

La richiesta viene inviata al Distributore territorialmente competente solo dopo aver ricevuto i moduli correttamente compilati.

Le tempistiche per l'attivazione possono subire modifiche qualora la potenza e/o tensione richieste richiedano l'emissione di un preventivo.

 

Prima attivazione Gas

Cosa si intende per prima attivazione del contatore Gas?

Con prima attivazione Gas si intende il procedimento che si avvia al fine di attivare un contatore mai utilizzato prima (per es. contatore posato e mai attivato presso nuova abitazione).

Per motivi di sicurezza l'Autorità ha definito con la delibera 40/2014/R/gas dell’ARERA un preciso procedimento che si applica a tutti gli impianti alimentati a gas allacciati alla rete di Distribuzione. La procedura comporta un accertamento da parte della Società di Distribuzione sulla documentazione e sull'impianto dell'abitazione, prima della sua attivazione.

Il Cliente può richiedere l'attivazione del gas dopo aver allacciato l'abitazione alla tubazione che distribuisce il gas e dopo che sia stato installato il contatore. La Società di Distribuzione avvia la pratica per prima attivazione solo dopo aver ricevuto tutta la documentazione richiesta, che deve essere debitamente compilata e sottoscritta, in parte dal Cliente e in parte dall'installatore.

Questa procedura è prevista anche per impianti gas che sono stati modificati o trasformati con attività che hanno comportato la sospensione momentanea della fornitura, come ad esempio:

  • operazioni di ampliamento dell'impianto del gas;

  • operazioni di manutenzione straordinaria;

  • spostamento o sostituzione del contatore del gas;

  • impianti disattivati per cessazione del contratto e modificati.

Per presentare la richiesta, i lavori dell'impianto del gas devono già essere stati realizzati.

Quali dati sono necessari per richiedere la modulistica per la prima attivazione del contatore Gas?

Per procedere con la Prima attivazione Gas in prima battuta è necessario fornire:

  • Cognome, Nome, codice fiscale, recapiti telefonici e mail del nuovo intestatario nel caso di persona fisica, oppure ragione o denominazione sociale, codice fiscale e/o partita IVA in caso di persona giuridica;

  • PDR, dati reperibili nella sezione dedicata ai DATI FORNITURA sulla bolletta del precedente intestatario della fornitura di energia elettrica o Gas o direttamente sul contatore se elettronico;

  • Titolo abitativo - per i contratti uso domestico - che attesti la proprietà o il regolare possesso dell'immobile per il quale si richiede la fornitura di Gas in base a quanto stabilito dall'art. 5 del Decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47 (Lotta all'occupazione abusiva di immobili. Salvaguardia degli effetti di disposizioni in materia di contratti di locazione), convertito in Legge 80/14 (Piano Casa);

  • indirizzo di recapito (Provincia, Comune, Località, Via e numero civico) dove inviare le bollette, se diverso da quello dell'abitazione/locale da allacciare;

  • uso della fornitura;

  • potenzialità massima richiesta (KW) e Potenzialità massima installata (dati eventualmente da richiedere al proprio idraulico);

  • coordinate del conto corrente bancario/postale - facoltative - (nominativo e codice fiscale dell'intestatario e del sottoscrittore del conto e codice IBAN);

  • recapito telefonico e indirizzo mail attivi;

  • IBAN per eventuale domiciliazione bancaria dei pagamenti.

NB. In caso di prima attivazione richiesta da Persona Giuridica è necessario che venga indicato il Codice SDI o il Codice Univoco Ufficio (Ente Pubblico), indispensabile per adempiere all'obbligo di emettere bolletta elettronica.

Eventuali allegati obbligatori per il buon esito della pratica saranno indicati in calce alla modulistica.

La modulistica può essere scaricata dall'apposita sezione presente sul portale o richiesta tramite:

Quali sono le tempistiche per la prima attivazione?

Una volta ricevuta l'istanza, il fornitore invia al Cliente altra modulistica (Accertamento documentale previsto dalla Delibera 40/2014/R/gas dell’ARERA), la cui compilazione spetta in parte al Cliente e in parte all'installatore, necessaria per valutare la conformità.

Il controllo di questa documentazione è a cura del Distributore Locale:

  • le modalità per trasmettere i moduli con tutta la documentazione al Distributore Locale sono indicate sulla modulistica stessa;

  • l'accertamento effettuato dal Distributore può avere esito positivo o negativo;

  • se il Distributore non riceve la documentazione entro 90 giorni solari a partire dalla data di ricevimento della richiesta, questa viene annullata e si deve presentare una nuova domanda.

I tempi necessari per la prima attivazione dell’impianto gas domestico dipendono da vari fattori e possono variare da un paio di settimane ad alcuni mesi.

 

Nuovo Allaccio Energia Elettrica - Gas

Cosa si intende per Nuovo Allaccio Energia Elettrica o Gas?

L'allacciamento consiste nel collegamento alla rete di distribuzione della energia elettrica e del Gas e prevede l’installazione di un contatore. Si tratta di un’operazione non banale che richiede l’intervento sul posto di operatori del Distributore. In base all'entità dei lavori necessari, che possono essere semplici o complessi, le tempistiche possono variare da 15 a 60 giorni lavorativi.

La richiesta di allacciamento deve essere inviata al fornitore con il quale si intende attivare l’utenza, sia per la energia elettrica sia per il Gas.

Quali dati sono necessari per richiedere un preventivo per Nuovo allaccio del contatore Energia Elettrica e/o Gas?

Per richiedere un nuovo allaccio energia elettrica sono necessari:

  • Cognome, Nome, codice fiscale, recapiti telefonici e mail del nuovo intestatario nel caso di persona fisica, oppure ragione o denominazione sociale, codice fiscale e/o partita IVA in caso di persona giuridica;

  • indirizzo preciso dove si richiede la fornitura;

  • uso della fornitura;

  • potenza e tensione;

  • titolo abitativo - per i contratti uso domestico - che attesti la proprietà o il regolare possesso dell'immobile per il quale si richiede la fornitura di energia elettrica in base a quanto stabilito dall'art. 5 del Decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47 (Lotta all'occupazione abusiva di immobili. Salvaguardia degli effetti di disposizioni in materia di contratti di locazione), convertito in Legge 80/14 (Piano Casa);

  • coordinate del conto corrente bancario/postale - facoltative - (nominativo e codice fiscale dell'intestatario e del sottoscrittore del conto e codice IBAN);

  • recapito telefonico e indirizzo mail attivi;

  • IBAN per eventuale domiciliazione bancaria dei pagamenti.

Per richiedere un nuovo allaccio Gas sono necessari:

  • Cognome, Nome, codice fiscale, recapiti telefonici e mail del nuovo intestatario nel caso di persona fisica, oppure ragione o denominazione sociale, codice fiscale e/o partita IVA in caso di persona giuridica;

  • indirizzo preciso dove si richiede la fornitura;

  • uso della fornitura (per es. per cottura cibi, produzione acqua calda, soltanto riscaldamento oppure riscaldamento, cottura e acqua calda) e Potenzialità massima richiesta (KW) e Potenzialità massima installata (dati eventualmente da richiedere al proprio idraulico);

  • una volta ricevuta l'istanza, il fornitore invia al Cliente altra modulistica (Accertamento documentale previsto dalla Delibera 40/2014/R/gas dell’ARERA), la cui compilazione spetta in parte al Cliente ed in parte all'installatore, necessaria per valutare la conformità dell'impianto;

  • titolo abitativo - per i contratti uso domestico - che attesti la proprietà o il regolare possesso dell'immobile per il quale si richiede la fornitura di gas in base a quanto stabilito dall'art. 5 del Decreto Legge 28 marzo 2014 n. 47 (Lotta all'occupazione abusiva di immobili. Salvaguardia degli effetti di disposizioni in materia di contratti di locazione), convertito in Legge 80/14 (Piano Casa);

  • coordinate del conto corrente bancario/postale - facoltative - (nominativo e codice fiscale dell'intestatario e del sottoscrittore del conto e codice IBAN);

  • recapito telefonico e indirizzo mail attivi;

  • IBAN per eventuale domiciliazione bancaria dei pagamenti.

Come posso richiedere un Preventivo per Nuovo Allaccio Energia Elettrica e/o Gas?

La richiesta può essere effettuata:

  • chiamando il Numero Verde 800 031 040 da rete fissa da lunedì a venerdì dalle 8:30 alle 18:30, sabato (non festivo) dalle 9:00 alle 13:00;

  • chiamando il Numero 0187 1788795 da rete mobile da lunedì a venerdì dalle 8:30 alle 18:30, sabato (non festivo) dalle 9:00 alle 13:00;

  • inviando un'email a assistenzaclienti@spigasclienti.it;

  • recandoti in uno degli sportelli presenti sul territorio.

Quali sono le tempistiche per il Preventivo per Nuovo Allaccio Energia Elettrica e/o Gas?

Energia Elettrica: Spigas Clienti trasmette la richiesta di Preventivo per Nuovo Allaccio energia elettrica al Distributore Locale Territorialmente competente entro 2 giorni lavorativi dalla presa in carico. La Società di Distribuzione è tenuto ad inviare al Cliente il preventivo entro 20 giorni lavorativi, fissando se necessario un sopralluogo.

Gas Naturale: Spigas Clienti trasmette la richiesta di Preventivo per Nuovo Allaccio Gas al Distributore Locale Territorialmente competente entro 2 giorni lavorativi dalla presa in carico.
La Società di Distribuzione invia al Cliente il preventivo, entro 15 giorni lavorativi in caso di lavori semplici o 30 giorni in caso di lavori complessi.

Quali elementi devono essere obbligatoriamente presenti nel Preventivo per Nuovo Allaccio Energia Elettrica e/o Gas?

Per legge il Preventivo per Nuovo Allaccio EE deve contenere i dati seguenti:

  • il codice di identificazione della richiesta;

  • i tempi necessari per completare i lavori;

  • i costi totali;

  • le procedure necessarie per permettere l’esecuzione dei lavori;

  • la durata di validità del preventivo (minimo 3 mesi).

A seguito dell’accettazione del Preventivo da parte del cliente, il Distributore deve rispettare determinate tempistiche per l'esecuzione del lavoro:

  • in caso di lavori semplici, 15 giorni lavorativi dalla data di ricevimento dell’accettazione;

  • in caso di lavori complessi, 60 giorni lavorativi.

Per legge il Preventivo per Nuovo Allaccio Gas deve contenere i dati seguenti:

  • il codice di identificazione della richiesta;

  • il tipo di contatore da installare;

  • i tempi e i costi dell’operazione di allacciamento;

  • le procedure ancora necessarie completare l’operazione;

  • la durata di validità del preventivo.

A seguito dell’accettazione del Preventivo da parte del cliente, il Distributore deve rispettare determinate tempistiche per l'esecuzione del lavoro:

  • 10 giorni lavorativi se si tratta di lavori semplici;

  • 60 giorni lavorativi in caso di lavori complessi.

 

Disalimentazione

Cosa si intende per Disalimentazione del contatore Energia Elettrica e/o Gas?

Per Disalimentazione del contatore energia elettrica e/o Gas si intende la disdetta del contratto di fornitura, con conseguente interruzione dell'erogazione dell'energia elettrica e/o del gas.

Ad es. in caso di trasloco, non è possibile trasferire la fornitura di energia elettrica o gas da un immobile a un altro ma è necessario chiudere le utenze che non servono più e stipulare nuovi contratti per attivare le utenze nel nuovo immobile.
 

A chi e come si deve richiedere la disattivazione della fornitura?

La richiesta di Disalimentazione energia elettrica e/o Gas deve essere fatta a Spigas Clienti, utilizzando apposita modulistica.

La modulistica può essere scaricata dall'apposita sezione presente sul portale o richiesta tramite:

Entro quanto tempo viene chiuso il contatore Energia Elettrica e/o Gas?

La richiesta di Disalimentazione energia elettrica e/o Gas deve essere trasmessa dal Venditore al distributore entro 2 giorni lavorativi. Il Distributore a sua volta deve provvedere alla disattivazione della fornitura entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della richiesta.

Il contatore della energia elettrica in molti casi è elettronico e telegestito: la disalimentazione viene pertanto effettuata da remoto, senza che sia necessario l'uscita di un tecnico.

Il contatore del Gas spesso è meccanico e la disalimentazione richiede pertanto l'intervento del tecnico che colloca un sigillo al rubinetto del contatore per impedire l'uscita del gas.

Qualora si desideri procedere anche a rimozione del contatore sarà necessario apporre un flag nell'apposito campo presente sulla modulistica: la rimozione avverrà dopo la disalimentazione del punto energia elettrica e/o Gas e sarà preceduta da sopralluogo da parte dell'Impresa Distributrice Territorialmente competente, finalizzato all'emissione di un preventivo di spesa.